Automobile

Auto China 2024, tutte le novità che arriveranno in Europa

48views

Auto Cina 2024 ha fatto riscoprire il piacere dei grandi saloni automobilistici, come quelli del passato, grazie all'entusiasmo delle case partecipanti e alla frenesia del pubblico. Oltre 600 marchi presenti e infinite novità. Tra questi il ​​costruttore cinese Chery, con oltre un milione di vetture vendute in un anno, fa la voce grossa. La sua espansione è solo all'inizio, infatti, già a partire da quest'anno, vedremo moltissimi prodotti firmati Omoda e Jaeco, due brand del colosso asiatico, esordire in Europa. Italia compresa. Alle kermesse di Pechino, non soltanto i padroni di casa hanno mostrato con orgoglio le proprie primizie, ma anche gli europei hanno svelato alcune incantevoli novità.

LA CARICA DI OMODA E JAECO AD AUTO CHINA

Omoda e Jaeco sono due realtà ancora quasi del tutto sconosciute al grande pubblico del Vecchio Continente, ma presto ne sentiranno parlare. Anno Domini Cina automobilistica questi due marchi hanno mostrato dei SUV destinati anche alle strade nostrane, a partire dal piccolo Omodo 5, che si distingue per un design elegante e ricercato, oltre che per dei contenuti all'avanguardia. Arriverà in Italia con una gustosa motorizzazione 1.6 turbo benzina con cambio automatico a doppia frizione. Oltre alla versione endotermica ci sarà la controparte elettrica: la Omoda E5.

Quest'ultima è dotata di una batteria al litio ferro fosfato di ampia capacità, 61 kWh. Il powertrain di ultima generazione fornisce un'autonomia massima di 430 km con una carica completa e un consumo complessivo di appena 15,5 kWh ogni 100 km. Con una ricarica rapida in corrente continua, la vettura è in grado di passare dal 30% all'80% della capacità della batteria in appena 28 minuti. Jaeco J7 è un SUV imponente, facilmente riconoscibile per la sua ampia calandra esagonale, mentre l'abitacolo dalle linee nette e lisce, dona un senso di spaziosità integrando sia il cluster digitale sia il display centrale da 14”. Questo modello arriverà presto in Europa insieme alla sua variante plug-in, che promette un ottimo mix tra comfort, piacere di guida e consumo.

IL GRUPPO BMW AD AUTO CINA 2024

I l Gruppo BMW utilizza i riflettori di Auto Cina 2024 per mostrare al mondo alcune grosse novità. Partiamo però dal marchio Miniche a Pechino ha svelato al mondo intero l'inedito crossover Aceman, anello di congiunzione tra la classica a tre porte e la Countryman, cresciuta notevolmente di dimensione. Questo “SUV urbano”, o B-SUVè lungo appena 4,07 metri e sarà disponibile soltanto con due varianti per una motorizzazione elettrica:

  • batteria da 40,7 kWhper 184 CV di potenza;
  • batteria da 54,2 kWhper 218 CV di potenza.

La casa ammiraglia, BMWsfodera un leggero restyling della Serie 4 Gran Coupéanche in versione elettrica i4. Piccoli ritocchi estetici che conferiscono ancora più carisma a una vettura che piace per la sua linea filante e sportiva. Le modifiche toccano soprattutto la mascherina anteriore, che nella versione alla spina viene chiusa leggermente.

LAMBORGHINI URUS SE AD AUTO CINA 2024

La vetrina di Auto Cina 2024 è stata l'occasione per scoprire anche l'ultima nata di Sant'Agata Bolognese: laLamborghini Urus SE. Si tratta della prima e inedita versione plug-in del maxi SUV del Toro, che grazie al powertrain ibrido tocca quota 800 cv. Il motore 4.0 V8 biturbo è stato reingegnerizzato per lavorare in sinergia con il propulsore elettrico e alla batteria agli ioni di litio da 25,9 kWh, collocato al di sotto del piano di carico e sopra il differenziale posteriore a controllo elettronico. Il motore elettrico si sincronizza a magneti permanenti, a monte del nuovo cambio automatico a 8 rapporti, può fungere da boost per il motore termico V8, ma anche da elemento di trazione, che rende Urus SE un veicolo 100% elettrico 4WD in grado di percorrere oltre 60 chilometri in modalità solo elettrica.

MG CYBERSTER DOPO AUTO CINA 2024 ARRIVA L'EUROPA

La nuova sportiva MG Cyberster è pronta a debuttare anche in Europa con due versioni: Trofeo e GT. Rigorosamente a trazione elettrica, la prima dispone di un unico motore collocato sull'asse posteriore e sviluppa una potenza di 340 CV. La seconda è invece la più esclusiva, perché dotata di due propulsori alla spina, che raggiungono una potenza complessiva di 503 CV. La trazione è integrale. Queste due varietà esplorano un nuovo modo di concepire l'auto comoda, accattivante ma dal taglio sportivo. Rispettando l'ambiente al 100%.

Leave a Response