Attualità

Disinformazione ed elezioni, allarme dagli Stati Uniti sui rischi dell'IA

63views

La vice procuratrice generale degli Usa, in una intervista alla BBC, ha esternato la preoccupazione che “attori malintenzionati usino contenuti generati con l'intelligenza artificiale per diffondere e sovra-alimentare la misinformazione e la disinformazione”. Intanto, TikTok ha annunciato misure in vista delle elezioni europee, mentre in Francia è stato scoperto un nuovo network di disinformazione

Il tuo browser non supporta HTML5

Ormai da tempo – e da diverse fonti – la disinformazione viene indicato come una grave minaccia alla stabilità globale: a gennaio è arrivato l'allarme del World Economic Forum, secondo cui la disinformazione spinta dall'intelligenza artificiale è il “più grande pericolo globale a breve termine”; poi l'Unione europea ha approfondito in un report i meccanismi e le possibili minacce dietro alle interferenze e manipolazioni dell'informazione proveniente dall'esterno, in un anno in cui sono previsti diversi importanti appuntamenti elettorali tra cui proprio le elezioni Europee. E adesso sono gli Stati Uniti a lanciare l'allarme sui pericoli della disinformazione, in particolare sul rischio che l'intelligenza artificiale possa potenziarla in vista delle numerose elezioni del 2024. Intanto, non si fermano i casi di campagne e reti di disinformazioni scovate: dopo la Germania, un nuovo episodio è avvenuto in Francia. E nel mondo dei social c'è chi si sta preparando ad affrontare la sfida, con lo sguardo rivolto verso gli appuntamenti elettorali.

Usa: “IA rischia di spingere disinformazione sotto elezioni”

L'ultima voce in ordine di tempo a levarsi è stata quella di Lisa Monaco, vice procuratrice generale degli Stati Uniti. In una intervista con l'emittente britannica BBCMonaco si è detta preoccupata dalla possibilità che “attori malintenzionati usino contenuti generati con l'intelligenza artificiale per diffondere e sovra-alimentare la misinformazione e la disinformazione”. Per la vice-procuratrice generale (all'incirca l'omologo del vice-ministro della Giustizia) questo potrebbe spingere le persone a “non fidarsi delle fonti d'informazione, dissuaderli o confonderli dall'esercitare il loro diritto di voto”. Ma anche “incitare alla violenza” e più in generale “seminare sfiducia e caos”. Monaco ha inoltre rivelato che si sta valutando la possibilità di rendere l'utilizzo dell'intelligenza artificiale un' aggravante nel sistema penale americano, al fine di ottenere “sentenze più dure per coloro che usano l'IA in modo malevolo per commettere un crimine”. La settimana scorsa, inoltre, la Commissione federale per le comunicazioni ha reso illegali le “robocall” – cioè telefonate automatiche fatte da un'intelligenza artificiale – durante le elezioni. sembrava la voce dell'inquilino della Casa Bianca invitava gli elettori a non votare alle primarie nello Stato.

Taylor Swift e le sue amiche Britney Mahomes e Cara delevigne escono per una cena tra ragazze a New York City Nella foto: Rif: SPL10738510 240124 Foto NON ESCLUSIVA di: WavyPeter / SplashNews.com Splash News and Pictures USA: 310-525-5808 Regno Unito: 020 8126 1009 eamteam@shutterstock.com Diritti mondiali,




leggi anche

Foto hard deepfake di Taylor Swift su X, allarme sui rischi dell'IA

TikTok verso le elezioni Ue, in arrivo un Centro Elettorale

Prima del voto negli Stati Uniti a novembre, comunque, è in calendario a giugno l'appuntamento con le elezioni europee nei 27 Paesi membri. E in vista della chiamate alle urne, il social TikTok ha deciso di rendere disponibile una nuova sezione dell'app chiamata Centro Elettorale. Da marzo sarà possibile accedervi da tutti i Paesi Ue nelle lingue locali per leggere notizie anche legato alla politica e alla vita pubblica, verificare e validate. “Unitamente alla tecnologia, i nostri team lavorano per garantire l'applicazione costante delle regole al fine di individuare e rimuovere disinformazione, operazioni di manipolazione occulta e altri contenuti e comportamenti che possono aumentare durante un periodo elettorale”, è spiegato in una nota della società . Inoltre – sempre secondo quanto dichiarato da TikTok – nel terzo trimestre del 2023 il social ha eliminato il 99% di tutti i contenuti che presentavano disinformazione elettorale e civica prima che questi fossero segnalati dagli utenti.

epa10635395 In questa illustrazione fotografica il logo TikTok è visualizzato su un telefono a Los Angeles, California, USA, 17 maggio 2023. Il governatore Greg Gianforte del Montana ha firmato un provvedimento che vieta l'app TikTok nello stato.  EPA/CAROLINE BREHMAN




leggi anche

TikTok, centro elettorale in vista delle elezioni nell'Unione europea

Scoperto in Francia rete di disinformazione

La lotta alla disinformazione, in ogni caso, non è ferma agli appuntamenti elettorali. Se nelle scorse settimane era stata la Germania a rivelare l'esistenza di una vasta campagna condotta su X da oltre 50mila account falsi, adesso è la Francia ad aver denunciato la scoperta di una rete di siti di disinformazione basata in Russia. Secondo quanto riportato da Le Mondeil network sarebbe stato composto da 193 siti di fake news e – sottolinea il Guardian – avrebbe avuto come principali obiettivi quelli di diffondere la propaganda pro-Russia nel difendere l'invasione dell'Ucraina e criticare il governo di Kiev. Nel report pubblicato lunedì da Viginum – il servizio di vigilanza contro le interferenze digitali straniere del governo francese – si legge però che le operazioni non si sarebbero limitate a questo: il network avrebbe infatti “contribuito direttamente a polarizzare il dibattito pubblico digitale”. ufficiali francesi citati da France24 hanno sottolineato come la disinformazione russa starebbe andando oltre alla guerra in Ucraina: in un anno segnato da diversi importanti appuntamenti elettorali, la Russia starebbe lavorando al fine di confondere e spaventare gli elettori, screditare alcuni candidati e favorirne altri.

Illustrazione fotografica che mostra il logo e l'iscrizione del laboratorio di ricerca ChatGPT e OpenAI sullo schermo di uno smartphone di un telefono cellulare con uno sfondo sfocato.  Open AI è un'app che utilizza la tecnologia dell'intelligenza artificiale.  L'Italia è il primo paese europeo a vietare e bloccare l'applicazione e il sito Web GPT del robot Chat.  ChatGPT è un chatbot di intelligenza artificiale (AI) sviluppato da OpenAI e lanciato nel novembre 2022 utilizzando tecniche di apprendimento per rinforzo sia dal feedback della macchina che da quello umano.  Tunisi, Tunisia, il 02 aprile 2023. (Foto di Yassine Mahjoub/SIPA) //MAHJOUBYASSINE_MAHJOUB0339/Credit:Yassine Mahjoub/SIPA/2304030848




leggi anche

IA ed elezioni, OpenAI annuncia misure contro la disinformazione

Il progetto AI4TRUST

L'intelligenza artificiale può essere utilizzata anche per contrastare fenomeni come la diffusione della disinformazione online. È proprio questo l'obiettivo di AI4TRUST, progetto europeo che coinvolge 17 partner (tra i quali SkyTG24) da 11 Paesi e finanziata dal programma Horizon Europe dell'Unione Europea. L'obiettivo è proprio quello di contrastare la disinformazione online, sfruttando gli strumenti che l'intelligenza artificiale può mettere a disposizione delle persone. Il progetto mira a creare un ambiente sicuro, che integri il monitoraggio di social network e media con le più avanzate tecnologie basate sull'intelligenza artificiale così da rendere più efficace l'attività di giornalisti, fact-checkers e decisori politici.

Leave a Response