Attualità

FAO – articolo di giornale: La FAO e gli istituti di ricerca italiani discutono delle sfide cui devono far fronte i sistemi agroalimentari nel contesto dell'aumento dei cambiamenti climatici e della siccità

15views

24/07/2023

Nel giugno 2023, l'Organizzazione delle Nazioni Unite per l'alimentazione e l'agricoltura (FAO), in collaborazione con gli istituti di ricerca italiani (IRI), ovvero il Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR), Consiglio per la ricerca in agricoltura e l'analisi dell'economia agraria (CREA), Agenzia Nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile (ENEA) e l'Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale (ISPRA) hanno co-organizzato un evento ibrido su “Innovazione per la siccità e l'agricoltura ” per celebrare la “Giornata mondiale contro la desertificazione e la siccità”, che si svolge ogni anno il 17 giugno.

L'evento ibrido, moderato da Selvaraju Ramasamy, funzionario senior dell'Ufficio per l'innovazione (OIN) della FAO, ha riunito quasi 200 esperti per discutere e scambiare opinioni sulle sfide che devono affrontare i sistemi agroalimentari nel contesto del crescente cambiamento climatico e degli impatti della siccità, nonché su il ruolo dell’innovazione nel sostenere e diffondere le strategie di adattamento e di gestione della siccità.

Nei loro saluti di benvenuto, Vincent Martin, Direttore dell'Ufficio Innovazione (OIN) della FAO, Piero Genovesi, Responsabile del Servizio Coordinamento Fauna ISPRA, Massimo Iannetta, Responsabile Biotecnologie e Agroindustria dell'ENEA, Giorgio Matteucci, Direttore dell'Istituto di Bioeconomia della Il CNR e Filiberto Altobelli, ricercatore senior del CREA, sottolineano che la situazione della siccità in agricoltura sta peggiorando in molte parti del mondo. Le cause sono una combinazione multifattoriale di eventi climatici estremi, crisi e conflitti socio-politici e socio-economici. C’è un senso di urgenza nel trovare soluzioni e la necessità di mobilitare la scienza, la ricerca e l’innovazione per cercare di adattare o mitigare i problemi causati dalla siccità in agricoltura. In questo contesto, l’innovazione è stata citata come uno degli strumenti più importanti per affrontare le sfide.

Le presentazioni di Stefania Giusti (FAO), Gianfranco Diretto (ENEA), Stefano Mariani, Martina Bussettini e Giovanni Braca (ISPRA), Massimiliano Pasqui (CNR) e Marika Ferrari (CREA) hanno sottolineato ulteriormente l'importanza di accedere a dati affidabili, condividere conoscenze, metodologie, migliori pratiche e lezioni apprese. Lo sviluppo di strumenti, come le piattaforme, e l’avanzamento di nuove biotecnologie, le previsioni climatiche e la gestione integrata della siccità sono stati identificati come argomenti chiave per supportare agricoltori, ricercatori, decisori e altre parti interessate nell’identificazione di soluzioni da applicare o replicare a seconda delle diverse realtà. contesti.

Inoltre, gli esperti presenti all’evento hanno convenuto che le strategie di adattamento e di gestione della siccità dovrebbero essere sviluppate costantemente poiché gli effetti della siccità e del cambiamento climatico sono in un processo di trasformazione continua, che implica cambiamenti a diversi livelli. Ad esempio, lo studio sulle diete mirate all’Obiettivo di sviluppo sostenibile 12 (Garantire modelli di consumo e produzione sostenibili) è stato presentato come una delle potenziali strategie per far fronte alla siccità e ai cambiamenti climatici, poiché studia il consumo e la produzione di prodotti con un impatto minore sull’ambiente. risorse naturali.

Gli esperti sottolineano inoltre che le crescenti conseguenze del cambiamento climatico e della siccità sono fattori importanti che possono esacerbare gli effetti delle crisi economiche e sociali. In conclusione, per evitare o mitigare tali scenari, i relatori hanno sottolineato il ruolo chiave della diffusione della conoscenza e dell’informazione a sostegno di uno sviluppo sostenibile ed equo, la necessità di un continuo avanzamento dell’adattamento e delle strategie integrate di gestione della siccità in tutti gli aspetti dell’agroalimentare. sistemi. Durante l'evento sono stati evidenziati anche la standardizzazione e l'accesso a dati affidabili, nonché l'importanza dello sviluppo tecnologico e della co-creazione di soluzioni innovative per ottimizzare l'uso delle risorse naturali.

Leave a Response