Tecnologia

i top 5 da comprare a febbraio 2024

83views

Se state cercando la guida di acquisto perfetta sui migliori smartphone con il miglior rapporto qualità/prezzo tra i 200 ei 300 euro, selezionati dalla redazione di HDblog, questa guida aggiornata a febbraio 2024 farà al caso vostro. Qui vi proponiamo i 5 migliori smartphone usciti negli ultimi 24 mesi circa da utilizzare in qualunque situazione: perfetti per social, messaggi, WhatsApp, gestione mail, internet, foto e video.

Prima di iniziare occorre però fare una veloce premessa: i prezzi dei prodotti che trovate qui oscillano, in eccesso e in difetto, in maniera imprevedibile e quindi può darsi che, nel momento in cui stato leggendo, le cifre non corrispondono. Per ottenere gli ultimissimi aggiornamenti sulle offerte e promozioni più allettanti in tempo reale su questi e altri tipi di prodotto vi consigliamo di venire a trovarci su Telegram, dove il nostro team dedicato si occupa di verificare costantemente che ogni singolo sconto sia reale e che ogni venditore sia affidabile:

SEGUICI SU TELEGRAM

REDMI NOTE 12 PRO: GRANDE DISPLAY A 120 HZ



Il brand di Xiaomi è notoriamente molto bravo a produrre smartphone economici equilibrati che garantiscono una sensazione di prodotto di fascia superiore, e la dodicesima generazione di Redmi Note 12, arrivata in Italia a fine marzo 2023 dopo qualche mese di esclusiva cinese, non fa eccezione. La scheda tecnica di questo modello intermediosubito sotto il top Pro Plus, ha pochi punti deboli – un chip Qualcomm Snapdragon 4 Gen 1, economico ma moderno e più che adeguato a svolgere tutti i compiti, buona memoria e soprattutto un bel display AMOLED FHD a 120 Hz da 6,67″ decisamente da fascia superiore.

Lo smartphone ha un'ottima autonomia – e soprattutto un sistema di ricarica rapidissima a 120 W che permette di passare dallo 0 al 50% in appena 10 minuti. La fotocamera posteriore principale è di buona qualità, ma come spesso accade in questa fascia i componenti ausiliari del sistema sono dimenticabili – non c'è nemmeno una ultrawide, l'unica compagnia per la principale da 48 MP è una macro da 2 MP. Redmi Note 12 Pro è arrivato sul mercato con Android 12; in genere Xiaomi promette due anni di aggiornamenti di Android (quindi due major update) e tre anni di patch di sicurezza.

PRO E CONTRO IN SINTESI

FOTOCAMERA MACRO INUTILEQUALCHE SCATTO NEL DISPLAY

MOTOROLA MOTO G84: ANCORA UN RIFERIMENTO



Poche linee di smartphone hanno saputo costruirsi una reputazione di campioni della fascia medio/bassa come il Moto G: fin dai tempi del modello originale, la Casa Alata ha dimostrato di aver trovato una ricetta difficile da battere sotto i 400 euro. Non che sia mancato qualche passo falso, beninteso, ma con la gamma di quest'anno siamo apparentemente tornati a livelli ottimali. Moto G84 è arrivato a settembre 2023 ed è il più prestigioso della gamma: a meno di 300 euro troviamo un bel display pOLED a 120 Hz con luminosità di 1.300 nit, piattaforma hardware adeguata basata sullo Snapdragon 695 e nientemeno che 12+256GB di memoria (configurazione di base!), e una buona fotocamera principale da 50 MP con sensore di qualità.

Il resto del comparto fotografico non è nulla di eccezionale – ultrawide da 8 MP e frontale da 16 – ma una questa fascia è più che accettabile. La batteria è da 5.000 mAh, ma la ricarica non è rapidissima (30 W massimo). Se non altro l'autonomia è ottima. Il problema di fondo rimane il supporto software: Motorola promette un solo aggiornamento di Android, quindi non si andrà oltre ad Android 14, e un totale di 3 anni di patch di sicurezza. Purtroppo la società, ora di proprietà della cinese Lenovo, ha anche dimostrato nell'ultimo periodo una certa lentezza nella distribuzione degli aggiornamenti. Un doppio peccato perché l'interfaccia di Motorola è tra le più piacevoli da usare nel panorama Android – praticamente identica a quella stock con alcune personalizzazioni intelligenti che non appesantiscono per niente il sistema.



Recensione Motorola G84 5G: lo smartphone economico da comprare





Androide
02 novembre


PRO E CONTRO IN SINTESI

SAMSUNG GALAXY A34: LA SCELTA SICURA



Si può dire che per molti “Android” è sinonimo di “One UI”, visto che Samsung è il maggior produttore di smartphone al mondo ed è particolarmente popolare nella fascia media proprio con la gamma Galaxy A. A circa 300 euro, con Galassia A34 il colosso sudcoreano ha proposto un dispositivo più che decoroso e in grado di accontentare chi non ha troppe pretese senza far torti a nessuno: un bel display OLED da 6,6″ con un aggiornamento di 120 Hz, una piattaforma hardware MediaTek Dimensity 1080 adeguata e sorretta da memoria a sufficienza e una batteria da 5.000 mAh che con un uso parsimonioso potrebbe anche coprire due giornate intere. Il dispositivo è arrivato sul mercato a marzo 2023.

La doppia fotocamera posteriore non fa miracoli ma è abbastanza versatile (48 MP principale + 8 MP ultra-grandangolo, con una macro da 5 MP) e arriva fino al 4K a 30 FPS nella registrazione video. Un buon muletto anche per spiaggia e altre attività avventurose, visto che è anche certificato IP67 contro acqua e polvere. Irrealistico aspettarsi materiali pregiati, naturalmente. Altro grande vantaggio del dispositivo è il supporto software, che è diventato tra i migliori nel mondo Android. Non solo Samsung promette ben quattro anni di aggiornamenti del sistema operativo (quindi 4 major update), anche nelle fasce di prezzo meno prestigiose, ma la sua velocità di distribuzione è senza paragoni.

PRO E CONTRO IN SINTESI

HONOR 90: DESIGN RAFFINATO E OTTIMA SCHEDA TECNICA



Venite molti dispositivi cinesi, Honor 90 ha una scheda tecnica e un design ben più ambiziosi di quanto lascia intendere il suo prezzo. Per esempio prendiamo il display OLED 1200p HDR10+ a 120 Hz curvo su tutti e quattro i lati, oppure la fotocamera principale con sensore da ben 200 MP, o la costruzione in vetro sia davanti che dietro realizzata con moltissima cura e precisione. La piattaforma hardware “tradisce” un po' la sua natura più modesta rispetto a un top di gamma, ma siamo giusto un gradino sotto, con lo Snapdragon 7 Gen 1 di Qualcomm.

Lo stesso si può dire delle fotocamere ausiliarie: abbiamo una ultrawide da 12 MP (che fa anche da macro) e una 2 MP aggiuntiva per catturare informazioni sulla profondità. L'unità frontale è invece una 50 MP che regala diverse soddisfazioni. La batteria è una ormai classica 5.000 mAh, con supporto alla ricarica rapida a 66 W, vale a dire circa una quarantena di minuti scarsi per lo “0-100”. Honor 90 è uscito con Android 13 personalizzato Magic UI, e riceverà solo due nuove versioni del sistema operativo e un totale di tre anni di patch di sicurezza; supporto software al minimo, quindi.



Recensione Honor 90: display super, tanta memoria e 200MP al prezzo giusto |  video





Androide
06 Agg


REALME 11 PRO PLUS: ELEGANTE E PERFORMANTE



Uscito nel secondo trimestre del 2023, Realme 11 ProPlus è un ottimo smartphone di fascia media che offre un'esperienza completa e bilanciata. Il design della back cover è elegante, raffinato e made in Italy – un'attenzione che non è esattamente onnipresente in questa fascia di prezzo. Lo schermo è basato su tecnologia SuperAMOLEDcon risoluzione FHD+ 1080p, una luminosità massima di 950 nit e una frequenza di aggiornamento di 120 Hz per un'esperienza fluida e coinvolgente.

Le prestazioni sono buone, grazie al SoC MediaTek Dimensity 7050 (che è di fatto il vecchio Dimensity 1080 rimarchiato) e alle memorie ampie e veloci, sia di archiviazione sia RAM. La batteria da 5.000 mAh garantisce un'autonomia di tutto rispetto e soprattutto si ricarica velocemente (100 W). La fotocamera principale da addirittura 200 MP scatta foto di ottima qualità, anche in condizioni di scarsa luminosità, assistita da una modesta 8 MP ultrawide e una macro da 2 MP.



Recensione Realme 11 Pro e Pro+: 200 megapixel e un bel design bastano?  |  video





Androide
20 Giu


PRO E CONTRO IN SINTESI

CONFRONTO

INDICE GUIDA ALL'ACQUISTO

Leave a Response