Tecnologia

Microsoft dice addio a QUESTA app; Scopri quando dovrai arrenderti

52views

In questo ambiente in continua evoluzione, le applicazioni legacy che un tempo erano destinate al pubblico vengono gradualmente eliminate. L'ultima vittima nell'elenco di Microsoft è Publisher, poiché il gigante della tecnologia ha annunciato ufficialmente la sospensione del supporto per l'applicazione il 13 ottobre 2026.

Microsoft stacca la spina

La notizia dell'imminente scomparsa dell'editore è stata riportata per la prima volta da @StephenCWLL su X, che ha ricevuto una notifica riguardante la chiusura dell'app. Secondo l'annuncio, Publisher perderà il suo supporto e verrà effettivamente reso “morto” il 13 ottobre 2026. Microsoft ha rivelato piani per esplorare l'integrazione dei componenti chiave di Publisher in applicazioni Office più ampiamente utilizzate come Word, PowerPoint e Designer in vista alla data di chiusura, XDA Developer segnalato.

Microsoft ha comunicato formalmente il ritiro di Publisher tramite un messaggio sull'Admin Center di Microsoft 365, sottolineando che la maggior parte delle funzionalità dell'app sono già disponibili in altre applicazioni Microsoft 365. In particolare, Microsoft Word e PowerPoint offrono funzionalità simili per la creazione di calendari, biglietti da visita, buste e modelli personalizzati.

Leggi anche: Cerchi uno smartphone? Per controllare il localizzatore mobile

L'eredità dell'editore

Gli utenti possono continuare a utilizzare Publisher con le sue funzionalità esistenti fino a ottobre 2026. Il supporto per la versione perpetua di Publisher cesserà quando Office LTSC 2021 raggiungerà la fine del suo supporto. Da quel momento in poi i clienti di Microsoft 365 non avranno più accesso a Publisher. Microsoft prevede un futuro in cui i componenti di Publisher si integreranno perfettamente nelle applicazioni Office ampiamente utilizzate, migliorando l'esperienza complessiva dell'utente.

Considerati gli aggiornamenti minimi apportati dall'editore negli ultimi anni, la decisione di ridistribuire le sue capacità tra le app più popolari appare strategica. La mossa di Microsoft è in linea con le esigenze in evoluzione degli utenti, consentendo a coloro che si affidavano a Publisher di continuare a sfruttare le sue funzionalità senza gravare Office 365 con funzionalità non necessarie. Resta da vedere se agli utenti mancherà o meno Publisher, poiché l'app ha ricevuto un'attenzione limitata da parte di Microsoft negli ultimi anni e potrebbe non essere considerata una funzionalità di abbonamento essenziale.

In sostanza, mentre Microsoft dice addio a Publisher, l'esperienza del PC da casa è destinata a diventare un po' più leggera in futuro.

Inoltre, leggi queste storie principali oggi:

Cattive notizie per i giocatori! Nintendo informa gli editori di giochi che la sua console di prossima generazione subirà un ritardo. Alcuni dettagli interessanti in questo articolo. Controlla Qui. Se ti è piaciuto leggere questo articolo, inoltralo ai tuoi amici e familiari.

Nell’era dell’intelligenza artificiale, Google, chiaramente, non basta! L’ascesa dei chatbot con intelligenza artificiale generativa sta offrendo alle persone modi nuovi e diversi per cercare informazioni. Leggi tutto Qui. Lo hai trovato interessante? Vai avanti e condividilo con tutti quelli che conosci.

“TikTok mi tiene intrappolato.” “Mi sta prendendo il controllo del cervello”! Molte persone hanno paragonato la dipendenza dei social media alle sigarette. Sapere come eliminare questa brutta abitudine Qui. Se ti è piaciuto leggere questo articolo, inoltralo ai tuoi amici e familiari.

Leave a Response