Tecnologia

Microsoft si rivolge al Medio Oriente per la sua ultima scommessa sull'intelligenza artificiale

20views


Londra
CNN

Microsoft investirà 1,5 miliardi di dollari nel G42 di Abu Dhabi, un gruppo di intelligenza artificiale che ha dovuto affrontare dubbi sui suoi legami con la Cina.

Le aziende collaboreranno sull’intelligenza artificiale e sull’infrastruttura digitale, in una mossa che vede l’impero dell’intelligenza artificiale di Microsoft espandersi per la prima volta in Medio Oriente.

La mossa potrebbe attirare un considerevole controllo da parte delle autorità di regolamentazione.

Secondo quanto riferito, il G42 – guidato da Peng Xiao, un uomo d’affari cinese ed ex amministratore delegato di Pegasus, una società di sicurezza informatica – ha dovuto affrontare domande sui suoi legami con Pechino.

Nel mese di novembre, il New York Times riportato che i funzionari statunitensi erano preoccupati che il G42 potesse essere utilizzato per condividere tecnologia e dati americani con il governo cinese. Xiao ha negato tali affermazioni, definendole “disinformazione”. un'intervista con la CNN a gennaio.

G42 e Microsoft affermano di essersi impegnati a rispettare le norme commerciali statunitensi e internazionali come parte della loro partnership.

Il presidente di Microsoft Brad Smith entrerà a far parte del consiglio di amministrazione del G42 come parte dell’accordo. “Le nostre due società lavoreranno insieme non solo negli Emirati Arabi Uniti, ma per portare l'intelligenza artificiale e le infrastrutture e i servizi digitali nelle nazioni svantaggiate”, ha affermato.

L’anno scorso, G42 ha presentato un modello di intelligenza artificiale in lingua araba denominato “Jais”, disponibile sulla piattaforma Azure di Microsoft.

Microsoft ha stretto partnership di alto profilo con diverse società di intelligenza artificiale, nel tentativo di posizionarsi come leader nella tecnologia.

La sua partnership con OpenAI è considerata uno dei principali motori della crescita di Microsoft nell'ultimo anno, ma ha attirato l'interesse delle autorità di regolamentazione del settore. stati Uniti E Europa che temono che Microsoft stia diventando troppo dominante.

Anche Microsoft ha realizzato un file una serie di investimenti nell’intelligenza artificiale di alto profilo all’estero negli ultimi mesi. A febbraio ha annunciato una partnership con Mistral, la principale startup francese di intelligenza artificiale. Lo stesso mese, ha anche promesso miliardi di dollari in finanziamenti per progetti di intelligenza artificiale in Spagna e Germania.

“È tutta una questione di questa nuova era dell'intelligenza artificiale”, ha detto Smith alla CNN a febbraio. “Fondamentalmente sta nascendo un nuovo settore dell’economia”.

Leave a Response