Tecnologia

Nothing Phone (2a), un barlume di originalità in un mondo di telefoni tutti uguali

54views

Il tratto distintivo è sempre lo stesso: la scatola, i dettagli, le trasparenze: che Phone (2a) è un telefono Nothing si riconosce da lontano un miglio.

Carl Pei, l'uomo che ha saputo trasformare OnePlus da startup di successo a marchio internazionale, riesce a lasciare ancora una volta la sua impronta, dimostrandosi una delle poche menti ancora brillanti in un mondo che diventa sempre più noioso.

Niente è molto marketing, nessuno lo negama oltre al marketing c'è anche coerenza: le idee che hanno dato la vita al primo Phone (1) e agli altri prodotti restano anche sul modello annunciato oggi.

Carl Pei, CEO di Nothing

Phone (2a) punta ad essere un prodotto più democratico: parte da 349 euro nel modello base (8/128) ma ci sarà anche una versione da 399 euro (12/256 GB), quindi il telefono più economico mai realizzato da Nothing ma anche, giusto dirlo, quello realizzato più in economia.

Sparisce ad esempio la ricarica wireless, e sparisce anche la scocca in alluminio che viene sostituita da una cornice in policarbonato.

Non si deve gridare allo scandalo, abbiamo visto retro i plastica e scocche in policarbonato su smartphone che costano due volte tanto. Il cuore del telefono è il processore Dimensity 7200 Pro, progettato in collaborazione con MediaTek: secondo l'azienda grazie alla partnership con il chipmaker di Taiwan sono state introdotte alcune funzioni che lavorano a basso livello come Smart Clean che aumenta la velocità di lettura/scrittura UFS in caso di utilizzo prolungato e Adaptive NTFS che raddoppia la velocità di trasferimento dei file con i computer Windows.

Inoltre sono riusciti a ridurre il consumo energetico di componenti specifici fino al 10%, arrivando a due giorni di utilizzo con una carica completa. La batteria è da 5.000 mAh, la batteria più grande mai prodotta da Nothing, e l'azienda assicura che rispetto a Phone (1) è stata aumentata anche la longevità: dopo 1.000 cicli di ricarica mantiene oltre il 90% della carica. Non c'è la ricarica wireless, ma c'è la ricarica rapida a 45 W: 50% di carica in 20 minuti.


Il design resta come sempre un punto distintivo: sia nella versione chiara che in quella nera il retro è trasparente e lascia intravedere l'interno. Niente ha posizionato le due fotocamere come due “occhi” e la posizione aiuta a stabilizzare il telefono quando è appoggiato al display verso l'alto su un tavolo. Secondo l'azienda la scocca in plastica lo rende molto più robusto alle cadute, ma come sempre è una affermazione difficile da verificare.

Niente ha rivisto sul retro anche la disposizione dei caratteristici LED che vengono usati per l'interfaccia Glyph: nonostante un numero di LED ridotto vengono gestiti tre zone con 26 LED pilotabili in modo individuale e restano funzioni come il Glyph Timer e il Glyph Progress oltre alle altre integrazioni con le app terze.

Lo è un AMOLED da 6,7″, luminosità di picco di 1.300 nit, frequenza di aggiornamento massimo 120 Hz e possibilità di scendere a 30 Hz durante la visione dei video schermo per risparmiare batteria. Le cornici sono sottilissime e perfettamente uniformi, 2,1 mm su tutti i lati, e il vetro è un Gorilla Glass 5.

Come per gli altri modelli la fotocamera è doppia, 50 megapixel per l'ottica principale stabilizzata e 50 megapixel per l'ultra wide. Tra le novità il sistema Ultra XDR sviluppato in collaborazione con Google che funziona catturando 8 fotogrammi a diversi livelli di esposizione in formato RAW che vengono poi uniti per generare lo scatto finale.


Phone (2a) arriva con Nothing OS 2.5 e viene fornito con Android 14 e con la garanzia di 3 anni di aggiornamenti software e 4 anni di aggiornamenti di sicurezza.

Come sempre Nothing è molto attenta alla parte sostenibilità: Phone (2a) offre l'impronta di carbonio più bassa del mondo in uno smartphone, con un impatto di soli 52 Kg di CO2 emessa. Per il telaio centrale viene usato alluminio riciclato al 100%, c'è stagno riciclato al 100% su 6 circuiti stampati, un foglio di rame riciclato al 100% sul circuito stampato principale e acciaio riciclato su 22 parti di stampaggio in acciaio. Oltre il 50% delle parti in plastica proviene inoltre da fonti sostenibili, e Nothing ha sviluppato un nuovissimo processo di riciclaggio nell'impianto di produzione che consente di riutilizzare gli scarti di plastica della linea di produzione di Ear (2) in Phone (2a) .

Leave a Response