Automobile

Volkswagen ID.7 Pro: prova su strada, consumi e prezzo Edition Plus

82views

Volkswagen ha recentemente lanciato una prima controffensiva alla guerra dei prezzi delle auto elettriche con l'annuncio nella gamma delle sue Edizione Plus (dalla ID.3 alla ID.7)puntando sul valore degli accessori per combattere il posizionamento del Modello 3 e Modello Y e quello di BYD (dalla Seal alla Dolphin, passando per la Seal U).

Fedele alle logiche da produttore tradizionale, e tra queste la necessità di non distruggere il valore residuo delle auto mettendo il cliente in una posizione scomoda con tagli pentiti, Volkswagen non va quindi a rispondere sconti enormi sul listino, piuttosto crea un pacchetto di optional ora inclusi di serie anche sulla Volkswagen ID.7 Pro Edition Plus che costa 1.300€ in meno rispetto alla Pro e include quasi 8.000€ di accessori.

SCHEDA TECNICA



TECNICA

  • MOTORE: elettrico sincronizzato ai magneti permanenti
  • POTENZA: 210 kW, 285 CV
  • COPPIA: 545 Nm
  • TRAZIONE: posteriore (2WD)
  • SOSPENSIONI: anteriore MacPherson, posteriore Multilink a 5 bracci. DCC opzionale
  • CARICATORE: CA 11 kW, CC 175 kW

DIMENSIONI

  • LUNGHEZZA: 4.961mm
  • LARGHEZZA: 1.862 mm (2.141 con specchietti)
  • ALTEZZA: 1.536 mm
  • PASSO: 2.971 mm
  • BAGAGLIAIO: 532 – 1.586 litri (no frunk)
  • CERCHI: 19″-21″
  • PESO: 2.172 kg in ordine di marcia
  • BATTERIA: 77 kWh netti (82 kWh lordi)

PRESTAZIONI

  • VELOCITÀ MASSIMA: 180 km/h
  • ACCELERAZIONE 0-100 Km/h: 6,5 s
  • CONSUMI: 14,1 – 16,3 kWh/100 km (combinato WLTP)
  • AUTONOMIA: 620 km (combinato WLTP)
  • EMISSIONI CO2: 0 grammi al km (WLTP combinato)
  • DIAMETRO DI STERZO: 10,9 metri
  • RICARICA DC (175 kW max) 28 minuti (10-80%)
  • GARANZIA: 8 anni / 160.000 km (batteria)

PREZZO: da 63.550 euro

PROVA SU STRADA, PRIMO CONTATTO



Dal primo, breve contatto con l'ID.7 Pro emerge un quadro generale in netto miglioramento per le elettriche di Volkswagen. ID.7 trasmette fin da subito le sensazioni tipiche della Passat: comfort di altissimo livello, dall'insonorizzazione alle sedute, passando per il modo in cui le portiere rispondono con una timbrica cupa e piacevole alla chiusura. Niente vibrazioni, e un livello di attenzione più alto per le finiture rispetto a quanto avevamo visto nei modelli a numerazione più bassa della gamma ID. Qui troviamo tasche delle portiere rivestite, abitacolo con assemblaggi privi di scricchiolii (al primo impatto, vedremo nel tempo) e un ritorno alla ricerca di qualità della Volkswagen dell'era “pre-elettrica”.

Comoda, silenziosa, spaziosa: questi gli elementi principali di un'auto che è piacevolessima da condurre al trotto e che, con il DCC, quadra il cerchio rendendo la risposta delle sospensioni adattive. Di base ci troviamo comunque con un setup di compromesso, quello che restituisce una buona leggibilità della strada al conducente (lo sterzo è piacevole e bilanciato), ma senza massacrare la schiena dei passeggeri, e con sedili anteriori più contenuti rispetto allo stile americano di Tesla Modello 3 per intenderci. Dalla sua, la Model 3 è più potente e ha un telaio con assetto più rigido e sportivo.

Il software migliora ad ogni prova. Restano ancora alcune storture nell'interfaccia, ma si nota il lavoro enorme di Volkswagen per rendere l'interfaccia adatta a tutti, mentre Tesla (e le cinesi che a lei si sono ispirate) hanno scelto una strategia più di rottura, costringendo l'utente ad adattarsi alle nuove logiche (che poi funzionano bene).

L'hardware sotto alla scocca restituisce prestazioni molto buone in termini di fluidità e regge un'interfaccia con una grafica moderna e piacevole, senza contare un enorme head-up display con realtà aumentata che permette praticamente di ignorare la strumentazione digitale, piccola ma presente. Peccato per la qualità dei sensori delle videocamerenon a livelli delle migliori concorrenti.

Infine i consumare: il primo contatto non ha restituito dati da record nonostante l'ottimizzazione di motore, inverter ed elettronica di questa ID.7. In un ciclo misto con pochissima autostrada, la media si attesta tra i 20 ei 21 kWh / 100 chilometri con andature mai eccessive, ma vedremo in una prova più realistica quali saranno i risultati.

PREZZO E ALLESTIMENTI



63.550€ è la cifra a cui fare riferimento perché la ID.7 Pro resta al momento a listino ma è più costosa e meno ricca. Volkswagen ID.7 Pro Edition Plus è quindi quella da prendere, anche perché oggi è l'unica in attesa della versione a trazione integrale con batteria maggiorata e doppio motore.

Molto buona la dotazione di serienon raggiunge l'ottimo solo perché la pompa di calore è opzionale. Ci sono però tutti gli ADAS, incluse videocamere a 360° e Travel Assist (con cruise control attivo e centraggio dell'auto in corsia), c'è il clima automatico a 3 zone, specchietti retrovisori completamente elettrici, Full LED (Matrix LED inclusi ), cerchi in lega (19″ con pneumatici 235/50), infotainment completo, USB-C e altro ancora che vedete nella lista qui sotto:


I pacchetti principali sono l'Exterior Pack Plus che include a 2.500€ il DCC, lo sterzo progressivo e il tetto panoramico con oscuramento elettronico o la versione “senza tetto panoramico” che costa 1.255€.

All'interno, con il pacchetto Interior Plus (2.535€ sulla Edition Plus), arrivano i sedili ErgoActive con ventilazione e massaggio, impianto da 700 Watt e sedili posteriori riscaldabili. La pompa di calore costa 1.145€.

VIDEO

Leave a Response