Tecnologia

Apple non è più il primo produttore di smartphone al mondo, i motivi

48views

Mela ha perso il primo posto come il più grande produttore di smartphone al mondo, come ha mostrato lunedì un rapporto dell'International Data Center (IDC). Il produttore di iPhone ha perso il primo posto a favore dell'azienda elettronica sudcoreana SAMSUNG.

Il rapporto IDC ha mostrato che la quota di mercato di Apple è scesa dal 20,7% nel 2023 al 17,3% nel primo trimestre di quest'anno. Samsung non ne vanta una 22,5% nel primo trimestre, in aumento rispetto al 20,8% del terzo trimestre dello scorso anno.

Nel 2023 Samsung è diventata il secondo produttore di smartphone dopo aver occupato per anni il primo posto. Il fatto che Apple abbia guadagnato il primo posto è stata quindi un'eccezione temporanea.

In cifre nette, Apple ha spedito 50,1 milioni di unità nel primo trimestre, in calo rispetto ai 55,4 milioni dello stesso periodo dell'anno scorso. Samsung, che ha recentemente rilasciato il nuovo modello Galassia S24ha spedito oltre 60 milioni di unità nel primo trimestre.

Ciò equivale a una perdita del 10% su base annua per Apple, la più ripida tra tutti i produttori di smartphone. Il calo maggiore delle spedizioni è avvenuto verso la Cina, con un ribasso del 2,1% nel terzo trimestre del 2023.

Il calo delle spedizioni di Apple arriva dopo l'inizio di due importanti battaglie giudiziarie, una indetta dal Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti e l'altra dalla Commissione Europea, entrambe riguardanti questioni di concorrenza. Queste indagini richiederanno anni di battaglie legali, distraendo Apple dalle sue attività operative.

Il fattore concorrenza Cina pesa su Apple

Un altro problema che Apple deve affrontare è la concorrenza eccessiva dei produttori di smartphone cinesi. Huawei è tornato a farsi sentire, piazzandosi al secondo posto in Cina dietro a Xiaomi. Quest'ultimo è il terzo produttore di smartphone al mondo con una quota di mercato del 14,1% nel primo trimestre.

Altri importanti brand che hanno deteriorato il dominio di Apple nel mercato cinese includono Transsion, OPPO e Vivo. La Cina rimane il terzo mercato più grande per Apple e una delle principali fonti di entrate per l'azienda di Cupertino.

Ma i problemi della Mela morsicata nel dragone non si fermano alla concorrenza delle aziende tecnologiche locali. Lo scorso anno il Partito Comunista Cinese (PCC) ha vietato l'uso degli iPhone ai membri del partito, lanciando un duro colpo ad Apple. I membri del PCC ammontano a oltre 98 milioni di persone, rendendolo il secondo partito politico più grande del mondo.

Gli investitori temono che Apple possa fermare la sua crescita quest'anno, poiché sta spostando il suo mercato al di fuori della Cina. Il produttore di iPhone sta estendendo le sue attività in Indiala nazione più popolosa del mondo, ma ci vorranno anni prima che il Paese sostituisca la Cina.

All'inizio del 2024, Apple ha perso anche il primo posto come azienda con il valore più alto al mondo a favore di Microsoft. La crescita fulminea di quest'ultimo è causata principalmente dagli investimenti nell'intelligenza artificialeun settore in cui Apple è ancora in ritardo.

Articolo pubblicato su Money.it edizione internazionale il 2024-04-15 12:22:29. Titolo originale: Apple perde quote di mercato tra le indagini antitrust e la concorrenza cinese

Leave a Response