Attualità

Auto 2.0: come le nuove tecnologie stanno cambiando il modo di guidare

83views

L'integrazione della connettività nelle vetture è un flusso in continua evoluzione e sta ridefinendo il modo in cui le percepiamo. Non sono un esempio la macchina intelligentele quali sfruttano la rete per migliorare costantemente l'esperienza di guida.

L'app di navigazione e arrivano le nuove tecnologie sensori e telecamere forniscono indicazioni dettagliate e offrono un supporto alla guida sempre più avanzata, aumentando di conseguenza la sicurezza su strada.

Come si può intuire, maggiore sicurezza significa avere delle modifiche anche in rapporto al preventivo assicurazione auto. Con questa incredibile evoluzione, le polizze si adattano, offrono prezzi più vantaggiosicerte del basso rischio di sinistro, e mettono a disposizione risorse extra per proteggere il veicolo.

Quali sono le tecnologie che oggi hanno quasi tutte le auto

Negli ultimi anni, l'evoluzione dell'automobile ha portato all'integrazione di accessori innovativi che migliorano notevolmente l'esperienza di guida. Molti di questi, inizialmente opzionali, sono diventati di serie in un'ampia gamma di modelli, dai segmenti di lusso alle vetture più comuni.

Tra i primi a essere stati introdotti troviamo il navigatore GPSormai compagno di viaggio standard, che offre la comodità di indicazioni dettagliate e la possibilità di trovare percorsi alternativi in ​​tempo reale.

Non meno valida l'autoradio che si collega al cellulare e che permette di utilizzare il Bluetooth vivavoce direttamente dallo stereo: oltre a essere una comoda aggiunta tecnologica, si rivela un prezioso strumento di prevenzione.

Infine, tra le soluzioni più recenti segnaliamo la telecamera per la retromarcia ei sensori di parcheggio: sono utili per avere una visuale a 360 gradi, garantendo manovre sicure in condizioni di scarsa visibilità.

Le migliori innovazioni di recente introduzione

Quelle appena elencate risultano ormai dispositivi di uso comune, ma negli ultimi dieci anni l'industria automobilistica ha compiuto ulteriori notevoli progressi, introducendo innovazioni tecnologiche che hanno ridefinito le prestazioni dei suoi prodotti.

Tra le migliori scoperte del decennio, spicca ad esempio la ricarica rapida per le macchine elettriche. La possibilità di portare la batteria dallo 0 all'80% in soli 30 minuti ha rivoluzionato il concetto stesso di ricarica, sebbene le stazioni siano ancora in fase di espansione, e sta contribuendo a una maggiore vendita di tale componente, in prospettiva di una mobilità sostenibile.

L'assistenza al mantenimento della corsia è un'altra rivoluzionaria invenzione che utilizza dei sensori e il controllo di sterzo e freni per garantire che il veicolo rimanga all'interno delle linee della corsia, con netti vantaggi per la sicurezza stradale.

I l parcheggio automatico è una tecnologia piuttosto recente, ma sta diventando sempre più richiesta grazie alla sua capacità di risolvere sfide legate alle manovre più difficili.

Infine, la frenata di emergenzabasato su sensori avanzati, avverte il conducente di potenziali collisioni o blocca automaticamente la macchina in caso di pericolo imminente, offrendo un livello aggiuntivo di protezione.

Quali sono le prospettive future

Il futuro dell'industria automobilistica è intriso di prospettive rivoluzionarie. Al centro dell'attenzione c'è soprattutto l'obiettivo di arrivare a un livello di guida totalmente automatizzatagrazie all'uso dei sensori e una forma di comunicazione tra veicoli.

Distribuiti su varie parti, compreso il tettuccio, e integrati con videocamere, i radar avranno il compito di rilevare distanze e velocità di mezzi e ostacoli. In particolare, si occuperà di individuare varie tipologie di ostacoli in arrivo come altri mezzi, pedoni oppure oggetti sulla carreggiata.

Integrato ad altri sistemi tecnologici, l'auto del futuro sarà infine in grado di prendere decisioni rapidecome frenare, cambiare corsia o fermarsi.

Oltre ai sensori, il futuro di questo mezzo è strettamente legato alle crescenti esigenze ambientali. Un rapporto di Goldman Sachs prevede che gli effetti di questa rivoluzione saranno evidenti già dal 2025con un focus particolare sulla transizione verso veicoli ecologici.

Entro il 2030l'integrazione dell'Internet delle cose (IoT) diventerà sempre più evidente, mentre la progettazione di modelli adattati alle esigenze degli anziani farà altrettanto parte del mondo dei trasporti.

Nel 2040si prevede una trasformazione ulteriore, con la scomparsa dei motori a combustione a favore di quelli elettrici. Le vetture private dovrebbero diventare servizi di mobilità con sedili girevoli, schermi avanzati, sistemi biometrici e controllo vocale.

Nelle visioni più ambiziose, ma non per questo irrealistiche, la guida diventerà una competenza totale del computer di bordointeragendo con strade, altre macchine e infrastrutture in tempo reale.

In che modo l'assicurazione auto è agevolata dalle nuove tecnologie

Con l'aumento delle innovazioni tecnologiche nel settore automobilistico, gli ambizioni ad esso affini si stanno adattando di conseguenza, come il ramo assicurativo.

Un elevato livello tecnologico, almeno per quanto riguarda gli aspetti più all'avanguardia, comporta un alto livello del valore dell'auto e richiede garanzie accessorie nuove e mirate.

Non solo nelle proposte aggiuntive, ma anche nel costo ci sono oscillazioni degne di nota. Un esempio di questa rivoluzione è rappresentato dalla diffusione della scatola nera, un dispositivo che, una volta installato, può condurre una notevole riduzione dei premi in quanto garantisce una sicurezza tangibile sulle dinamiche degli incidenti.

Questo strumento registra infatti attentamente il comportamento di guida dell'automobilista, permettendo alle compagnie di valutare con certezza l'affidabilità dell'assicurato sulla strada.

Inoltre, tutte le novità hi-tech sono mirate a rendere l'esperienza di guida non solo più comoda e piacevole, ma soprattutto più sicura e questo è un ulteriore elemento di serenità per la società. Così vengono proposti premi notevolmente ridotti.

Alcuni, infatti, dovranno adottare l'adozione di sistemi avanzati di assistenza alla guida, come gli ADAS (Sistemi avanzati di assistenza alla guida)un indicatore positivo di affidabilità: si tratta di elementi che non solo facilitano l'utilizzo quotidiano del mezzo, ma sono in grado di prevenire incidenti grazie a funzionalità come la frenata assistita, il controllo della velocità e l'allerta in presenza di segni di stanchezza del conducente.

L'impiego crescente dell'intelligenza artificiale nel settore delle assicurazioni, come evidenziato dall'IVASS nelle sue analisi semestrali, è un ulteriore segnale di come le compagnie stanno sfruttando le potenzialità delle nuove tecnologie per ottimizzare le polizze e offrirne di più convenienti.

In definitiva, il connubio tra tecnologia e assicurazioni sta aprendo nuove prospettive, consentendo agli automobilisti non solo di risparmiare, ma anche di godere di una maggiore sicurezza sulla strada.

***

CONTINUA A LEGGERE SU FLEETMAGAZINE.COM

Per rimanere sempre aggiornato seguici sul canale Telegramma ufficiale e Google News.
Iscriviti alla nostra Notiziario per non perdere le ultime novità di Rivista della flotta.

Leave a Response