Attualità

Come la Formula E sta lavorando per un'aria più pulita

16views

Corsa per un'aria più pulita

La sostenibilità è profondamente radicata nel DNA della Formula E, come il motivo per cui andiamo a correre. Il Campionato Mondiale FIA ​​promuove la mobilità elettrica e soluzioni energetiche alternative per contribuire a ridurre l'inquinamento atmosferico e la lotta contro i cambiamenti climatici, in collaborazione con la campagna #BeatAirPollution del Programma per l'Ambiente delle Nazioni Unite.

LEGGI TUTTO: Net Zero dal giorno zero: la carica di sostenibilità della Formula E

Per il prossimo anno, L'UNEP sta evidenziando la necessità impellente di partnership più forti, maggiori investimenti e responsabilità condivisa per migliorare la qualità dell'aria. Vedi link Qui alla Guida Aria Pulita delle Nazioni Unite, che fornisce informazioni su come è possibile contribuire a invertire gli effetti dell'inquinamento atmosferico.

“La più grande minaccia per la salute pubblica”

Attualmente l'inquinamento atmosferico urbano aumenta dell'otto per cento ogni cinque anni e il 95 per cento delle città in tutto il mondo non rispetta le linee guida stabilite dall'Organizzazione Mondiale della Sanità.

L'OMS la definisce “la più grande minaccia esterna alla salute pubblica”, in quanto uccide più persone del fumo ed è più pericolosa dell'alcol; l'OMS stima inoltre che ogni anno sette milioni di persone muoiano a causa dell'inquinamento atmosferico.

Inquinamento atmosferico 2

Come la Formula E sta guidando il cambiamento

Insieme ai nostri partner, sosteniamo l'adozione globale di una mobilità pulita potenziando le tecnologie, collaborando con le città per migliorare le infrastrutture e aumentare la consapevolezza dei vantaggi dei veicoli elettrici, uno dei mezzi più efficaci per contrastare l'inquinamento atmosferico urbano.

Attualmente ci sono quattro barriere all'adozione globale dei veicoli elettrici e la Formula E si sta impegnando per abbatterle tutte:

  1. Percezione: dimostrando che le auto elettriche sono efficienti e ad alte prestazioni.
  2. Tecnologia: eliminando l'ansia da autonomia e mostrando durata e longevità
  3. Infrastruttura: aumentare il numero e la velocità delle stazioni di ricarica
  4. Costo: rendendo le auto più economiche rispetto ad altre opzioni sul mercato

Formula E x UNEP

Collaboriamo con l'UNEP fin dalla quarta stagione con la campagna #BeatAirPollution, continuando a sensibilizzare l'opinione pubblica sull'impatto dannoso dell'inquinamento atmosferico e incoraggiando individui, governi e aziende private a partecipare alla lotta per #BeatAirPollution.

Dal 2017, la partnership ha utilizzato la sua piattaforma globale collettiva per sensibilizzare sul tema dell'inquinamento atmosferico, accedere a informazioni sulla qualità dell'aria, sostenere la tecnologia dei veicoli elettrici, ispirare azioni e contribuire a prevenire i rischi per la salute umana.

Nella stagione 4, il pilota brasiliano di Formula E Lucas di Grassi è stato nominato Clean Air Advocate del Programma per l'ambiente delle Nazioni Unite, per contribuire a sensibilizzare sull'inquinamento atmosferico. Il 14 luglio e in vista dell'E-Prix di New York City del 2022, Lucas di Grassi e la Formula E sono stati accolti da Maher Nasser (direttore, Outreach Division, Dipartimento delle comunicazioni globali delle Nazioni Unite) e Satwant Kaur (responsabile delle comunicazioni, UN Environment New York) per una visita guidata alla sede centrale delle Nazioni Unite e una discussione su cosa si sta facendo per combattere l'inquinamento atmosferico in città.

Leave a Response