Intrattenimento

Corey Feldman scioccato dall'intervista di Barbara Walters a 'The View'

28views

Corey Feldman è ancora scioccato dall'interazione che ha avuto con il defunto Barbara Walters più di un decennio fa.

“È stato come un coltello nel cuore”, racconta l'ex bambina star Settimanale di intrattenimento quando gli è stato chiesto di una clip spesso riemersa dalla sua apparizione nel 2013 in poi La vista in cui il venerato giornalista lo accusava di “danneggiare un'intera industria” denunciando i pedofili di Hollywood.

“È stato scioccante per me che qualcuno che ammiravo così tanto e che ammiravo così tanto potesse essere così sordo e così completamente sbagliato e fuori luogo”, dice durante un'intervista sul suo recente uscire da Il cantante mascherato.

Corey Feldman e Barbara Walters.

Jerod Harris/Getty; Donna Svennevik/Disney General Entertainment Contenuto tramite Getty


IL I Goonies E Stammi vicino la stella è apparsa su La vista il 29 ottobre 2013, per promuovere il suo libro di memorie, Coreografia, che descrive dettagliatamente l'abuso sessuale lui e il migliore amico Il tuo nome è Corey Haim. (morto nel 2010) hanno sperimentato lavorando nel settore dell'intrattenimento in gioventù. Durante la sua intervista, Feldman spiega ai co-conduttori: “Sto dicendo che ci sono persone che hanno fatto questo sia a me che a Corey, che stanno ancora lavorando, sono ancora là fuori, e sono alcuni di le persone più ricche e potenti in questo settore e non vogliono che io dica quello che sto dicendo in questo momento.”

“Stai dicendo che sono pedofili?” Walters chiede: “e che sono ancora in questo business?” Feldman risponde “sì” a ciascuno. Continua dicendo che non vuole che i genitori di bambini artisti entrino nel mondo del lavoro “con ingenuità”. Walters risponde: “Stai danneggiando un intero settore”.

Ripensando allo scambio adesso, Feldman ricorda: “Penso che abbia dato a tutti la sensazione che lei ne fosse parte o che lo stesse nascondendo, il che è scioccante e spaventoso”.

L'attore dice di non aver mai più avuto notizie di Walters, morto nel 2022, sul loro scambio. “Non ho mai ricevuto scuse. Le uniche scuse che ho ricevuto provengono da alcuni follower di Twitter che hanno detto, vogliamo tutti scusarci a nome suo per il fatto che non ti ha mai riconosciuto o non si è mai scusato.”

Feldman ha realizzato un documentario sulla denuncia degli abusi sessuali a Hollywood, (La mia) verità: lo stupro di due Coreyche ha debuttato a marzo 2020 durante un proiezione travagliata a Los Angeles ed era afflitto da problemi di streaming per coloro che tentano di guardare a casa. Incolpa gli hacker per aver rubato il film, i media per non averlo ampiamente riconosciuto e lo scoppio di Covid per il film che è svanito.

“Sto ancora pregando che un giorno la mia voce, la voce di Corey, tutte le voci di tutte le vittime che ho vissuto e visto da bambino, possano farsi sentire e avere la possibilità di farsi avanti e avere una possibilità di giustizia, ” lui dice.

Corey Feldman e Corey Haim nel film “Dream a Little Dream” del 1989.
Collezione Everett

Ma vede degli aspetti positivi nel successo delle docuserie di Investigation Discovery, Silenzio sul set: il lato oscuro della TV per bambini, di cui si parla anche noto pedofili che lavorano a Nickelodeonattore protagonista Drake Bell racconta gli abusi subiti durante l'infanziaed è ora il oggetto di una causa intentata dall'ex produttore e showrunner di Nickelodeon Dan Schneider.

“Onestamente, nessuno a Hollywood mi è stato davvero accanto durante tutto questo, ed è stata davvero dura, ma non si sa mai”, dice Feldman, cercando di mantenere qualche speranza di continuare a mettere in luce la sua causa. “Sembra che le maree stiano cambiando, e le maree sembravano cambiare. E spero che forse un giorno qualcuno si preoccuperà abbastanza da aiutarmi a raccontare correttamente la mia storia.”

Iscriversi per Spettacolo settimanalela newsletter quotidiana gratuita di per ricevere le ultime notizie TV, anteprime esclusive, riassunti, recensioni, interviste con le tue star preferite e altro ancora.

Contenuto relativo:

Leave a Response