Intrattenimento

Dal Wyoming a Batna, in Algeria, festival cinematografici di gemme nascoste da tutto il mondo

47views

IL Festival del cinema di Cannesin funzione dagli anni '40, inizierà la sua 77a edizione il 14 maggio. È stato un sostenitore dei risultati e dell'esplorazione cinematografica, mettendo in risalto film importanti e presentando al pubblico registi emergenti.

Mentre festival come Cannes attirano ogni anno l’attenzione globale, la celebrazione del cinema esiste in luoghi in tutto il mondo, a volte nei luoghi più improbabili. Questi festival mettono in risalto argomenti importanti e si svolgono spesso in luoghi pittoreschi.

Dalla campagna finlandese alla storica città di Kyoto, ecco alcuni festival cinematografici nascosti che valgono il biglietto d'ingresso.

Festival del cinema di Imedghassen in Algeria

Dal 2009, Batna in Algeria si prepara ogni anno per l'incontro di registi e appassionati all'Imedghassen International Film Festival.

Organizzato dalla Cooperativa Culturale El Lemssa, il festival si tiene a maggio e ospita registi, attori e professionisti del settore provenienti dall'Africa e da tutto il mondo.

L'evento prende il nome dall'antico mausoleo numida di Imedghassen, situato nei pressi della città. È conosciuta come la più antica tomba reale del Maghreb. Attraverso questo omaggio, il festival rende riconoscimento sia al ricco patrimonio della cultura berbera che all'importanza storica della regione di Aures.

L'anno scorso, il festival ha proiettato in competizione 21 film provenienti da 20 paesi, e alcuni dei premi più importanti sono andati all'egiziana Maggie Kamal per il suo film Microbus e Ismael Lakehal dell'Algeria per Lun Destin.

L'evento di quest'anno si svolgerà dall'11 al 15 maggio e presenterà più di 170 proiezioni di film, 21 dei quali saranno in concorso.

Un viaggio all'Imedghassen International Film Festival è una grande opportunità per guardare film dal Nord Africa – con un focus particolare sulle opere del paese ospitante – che potrebbero non essere proiettati da nessun'altra parte.

Festival internazionale del cinema di Huhtamo in Finlandia

Situata a 160 km dalla capitale Helsinki, la tranquilla cittadina di Huhtamo ospita ogni luglio l'Huhtamo International Film Festival, offrendo un sereno paradiso verde per gli amanti del cinema.

Mentre il clima può essere estremamente freddo nei mesi invernali, la Finlandia gode di giornate limpide e soleggiate in estate, perfette per le giornate trascorse all'aperto in campagna. Questo festival approfitta del bel tempo ospitando proiezioni all'aperto sotto le stelle, riunendo le persone per un'esperienza cinematografica unica.

La Finlandia ha una ricca storia cinematografica, con registi come Aki Kaurismaki, Jorn Donner e Renny Harlin che hanno prodotto classici del cinema come L'altro lato della speranza, Tre scene con Ingmar Bergman E Duro a morire 2, rispettivamente. Mentre Helsinki ospita anche un festival cinematografico annuale, quello di Huhtamo offre un ambiente più intimo e un'esperienza unica per i cinefili.

Dopo l'evento dello scorso anno, il suo direttore ha pubblicato una lettera aperta sulla sua pagina Facebook in cui condannava i tagli ai finanziamenti per le arti pubbliche, di cui beneficia il festival. Non ci sono date concrete per lo svolgimento del festival quest'anno, e sembra che gli organizzatori mirino invece a tornare nel 2025.

Durante il festival dell'anno scorso è stato proiettato un programma eclettico di film, compresi futuri classici Oppenheimer E Top Gun: anticonformistacosì come i preferiti di culto come Gomma da cancellare.

Festival internazionale del cinema del Wyoming negli Stati Uniti

Noto per essere lo stato meno popolato degli Stati Uniti, il Wyoming non è il primo posto che viene in mente quando si pensa ai vivaci festival cinematografici. L'intero stato conta poco più di 500.000 abitanti, eppure centinaia di persone si recano ogni anno nella città di Sheridan per vedere insieme i film.

A partire dal 2010, il festival è cresciuto in dimensioni e reputazione nel corso degli anni, diventando un evento imperdibile per gli amanti del cinema degli stati circostanti. L'evento inizierà il 9 luglio e prevede cinque giorni di proiezioni, domande e risposte e musica dal vivo.

L'anno scorso, un film indipendente poco conosciuto ha vinto nella categoria Miglior lungometraggio narrativo ed è uno dei film più attesi e di cui si parla quest'anno: Centinaia di castori di Mike Cheslik è un esempio di ciò che il pubblico può aspettarsi di vedere al festival, dandogli un trampolino di lancio verso il riconoscimento globale.

L'evento è anche un'ottima occasione per mettere in risalto il meglio del cinema del suo stato natale, avendo istituito una categoria di concorso specifica per film o registi provenienti da Wyomingo sullo Stato.

Il Cinema Ritrovato in Italia

Bologna, in Italia, ospita uno dei laboratori di restauro cinematografico più importanti e prolifici del mondo, la Cineteca di Bologna. Il centro funge sia da archivio per preservare vecchi film, sia da luogo per riportarli agli standard del 21° secolo, consentendone la successiva proiezione.

La città italiana è anche sede dell'amato festival di film classici Il Cinema Ritrovato, che si traduce in cinema trovato. Ogni estate, i cinefili di tutto il mondo segnano la loro agenda e prenotano biglietti aerei e camere d'albergo per godersi i film appena restaurati.

Bologna si anima durante i 10 giorni estivi in ​​cui si svolge il festival, con i più grandi registi e attori del cinema che passano per godersi il festival come spettatori. In passato hanno ospitato proiezioni nomi come Martin Scorsese e Dario Argento.

Il festival offre anche l'opportunità di vedere i film proiettati nel loro formato originale, sia 35 mm che 70 mm. Il pubblico può assistere a proiezioni uniche raramente riscontrabili altrove.

La gioia del festival Il Cinema Ritrovato deriva dall’essere circondati da altre persone che condividono la gioia e la passione del cinema – non solo gli ultimi successi ma anche la storia e i pilastri di questa forma d’arte.

Festival internazionale del cinema storico di Kyoto in Giappone

Giappone ha una miriade di festival cinematografici importanti e divertenti. Alcuni si concentrano su anime o film moderni, mentre altri sono importanti festival internazionali con partecipanti da tutto il mondo.

Nella bellissima e preservata città di Kyoto, gli appassionati di cinema sono immersi nella storia e nella cultura con un festival incentrato su questi temi. Il Kyoto Historica International Film Festival proietta film che celebrano il patrimonio, invitando i partecipanti a sperimentare il lavoro di maestri come Akira Kurosawa e altri classici dell'epoca giapponese.

Il festival mette in risalto anche i film più recenti che raccontano storie storiche, creando una narrazione nel tempo di come le culture si evolvono e cambiano davanti alla telecamera.

Tenuto al Museo di Kyoto, di solito nell'ultima settimana di gennaio a seconda del tempo, il festival è un'ottima occasione per immergersi completamente nella storia in un ambiente che supporta le emozioni.

Festival Internazionale del Cinema e della Memoria Comune in Marocco

La città di Nador, nella regione nord-orientale del Marocco, ospita il Festival Internazionale del Cinema e della Memoria Comune.

Organizzato dal Centro per la memoria comune della democrazia e della pace – un sostenitore nazionale dei diritti umani e dei valori universali – il festival tornerà dal 5 all’11 ottobre e si concentrerà sull’importanza di un’economia sostenibile. ambiente per una vita di qualità.

Il festival mira a sensibilizzare l'opinione pubblica sulle sfide ambientali attraverso l'arte, in particolare il cinema. Si incoraggia la presentazione di documentari che esplorino argomenti come il riscaldamento globale, la perdita di biodiversità e l'inquinamento, mentre cortometraggi e lungometraggi sono invitati ad approfondire la memoria, i diritti umani e le questioni contemporanee con approcci innovativi.

Con il tema La memoria del cielo e della terra, il festival cerca di ispirare l’azione e favorire il dialogo sulle questioni ambientali critiche che l’umanità deve affrontare, sfruttando il potere del cinema.

Gli studenti di cinema e i registi emergenti del Nord Africa e del resto del mondo sono incoraggiati a presentare i loro film ambientali e consentire che la discussione cresca, portando a potenziali soluzioni.

Aggiornato: 5 maggio 2024, 6:51

Leave a Response