Automobile

Ducati Scrambler Full Throttle 2023: la città è tutta sua!

16views

Scrambler è un nome mitico per Ducati ha ripreso con grande successo nel 2015 a dare vita ad un serie di moto molto belle e moda compresa Scrambler Full Throttle 800 in prova oggi. Questa versione è molto notata ed apprezzata per le sue caratteristiche aspetto da tracciatore di sporciziale moto su cui gareggiano ovali di argilla dall'altra parte dell'oceano. Sono tanti, infatti, i riferimenti a questa tipologia di moto, a partire da parafango anteriore molto piccolo o anche dalla totale mancanza di quello posteriore.

Anche le gomme Pirelli MT60RS nella misura 180/55 con cerchio da 17″ al posteriore e 110/80 con cerchio da 18″ all'anteriore viene da questo mondo, quindi pneumatici non stradali ma indicato anche per dell strada sterrata leggera e strade sterrate. Nella parte anteriore troviamo poi il faro LED rotondo con la grande “X” centrale accompagnata anche qui da indicatori di direzione a LED dedicati. La strumentazione è composta da uno Schermo TFT a colori da 4,3″. ed è possibile spostarsi tra i menu utilizzando i pulsanti sul blocco manubrio sinistro. Quest'ultimo, dritto e largoè inferiore all'icona Scrambler e quindi rende il posizione di guida più sportiva.

Bel serbatoio nei caratteristici colori Red GP19 / Dark Stealth di questa versione Full Throttle. Nuova anche la sella Alto 795 mm e dal profilo molto piatto. Su questa configurazione è presente anche il protezione della coppa E Terminale di scarico Termignoni approvato.

Tecnologia

A livello tecnico, Scrambler lo era completamente ridisegnato rispetto al modello precedente e questo ha permesso di ridurre il peso totale della moto circa 4 chilogrammiottenendo un valore di 170 kg secchi e 185 kg in ordine di marcia. Il motore è chiaramente Bicilindrico a L con Distribuzione desmodromica e 2 valvole per cilindro, 803 centimetri cubi di cilindrata e capaci di erogare 73 cavalli a 8.250 giri/min. La coppia invece è pari 65,2 Nm a 7.000 giri/min. Per rispettare le normative Euro 5 abbiamo il sistema Ride-by-Wire per gestire l'acceleratore.

In sella

Ed eccoci in sella alla Scrambler. L'altezza da terra di soli 795 millimetri aiuta mettere entrambi i piedi per terra in tutta sicurezza anche per chi non è molto alto. Il manubrio è abbastanza vicino al busto e ti siedi molto in avanti sulla sella. Le piattaforme sono alte e di conseguenza le nostre gambe sono molto piegate, infatti per chi è più alto di 1,75 metri consigliamo la sella alta. Detto questo la posizione è perfetta per l'uso urbano oppure nel misto stretto dove ci si muove in sella, qui infatti ci si sta totalmente libero di spostare il tuo corpo durante la guida. Chiaramente il mancanza di qualsiasi tipo di protezione l'aerodinamica non consente lunghi viaggi autostradali ad alta velocità, infatti la spinta dell'aria dopo i 110 km/h si fa sentire in maniera decisa. Una volta avviato il bicilindrico possiamo apprezzarlo il suono, presente ma non fastidioso, e la spinta generosa che può dare. L'erogazione della potenza, infatti, è corposa già a partire dai 2.000 giri, ma dai 5.000 giri diventa fortissimo fino al limitatore. E' possibile scegliere tra due modalità di guida, Strada e Sport, anche se la differenza è davvero minima. Là la frizione ha un controllo davvero fluido e preciso e accompagna a Cambio a 6 marce con QuickShift sia in salita che in discesa. Il funzionamento di questo dispositivo è preciso ed efficace e ne dà anche alcuni Bel crepitio dallo scarico nelle salite più intense. Solo il regime del minimo era un po' incerto nelle soste ad esempio ai semafori, condizione nella quale si percepiscono anche alcuni calore proveniente dal cilindro posteriore soprattutto sul lato sinistro della moto.

La Ducati Scrambler risulta esserlo moto molto agile e molto divertente da guidare capace di risvegliare il teppista urbano dentro di noi. La cosa migliore è guidalo forte anche in modo sporcoforzare le entrate negli angoli e spingere la frenata al limite per citare piccole derive. In questo modo la guida è davvero coinvolgente e la moto risponde benissimo, al punto da voler forse qualcosa in più in termini di potenza frenante sull'anteriore per accentuare ancora di più i trasferimenti di carico. Le sospensioni, Forchetta Kayaba con steli anteriori rovesciati da 41 mm e Kayaba mono progressivo e regolabile sul retro, funzionano molto bene e assorbono anche i tratti di pavé più accentuati. La calibrazione poi dà il giusto supporto anche nella guida più decisa.

Prezzi

La gamma Scrambler di Ducati ha la versione entry-level Iconache può essere ottenuto al prezzo di 10.690 €. Per il Tutto gas come quello in fase di prova a cui invece vai su 12.390 €.

Leave a Response